Alla scoperta della Calabria con Fruit

Terra antichissima e di grande tradizione, la Calabria offre tantissime opportunità di vacanza, tutte da vivere con Fruit, presente sul territorio con ben quattro strutture.
La regione ha infatti un patrimonio artistico e culturale straordinario, un’eccellente cucina locale, tradizioni artigianali folkloristiche e affascinanti, senza dimenticare un mare straordinario e alcuni dei più bei panorami italiani.

Oggi nello specifico vi parliamo degli splendidi borghi nei quali sorgono proprio i nostri villaggi, raccontandovi qualcosa della loro storia e consigliandovi i principali punti d’interesse, per rendere la vostra vacanza in Calabria assolutamente indimenticabile.

Squillace

Le origini di Squillace sono talmente antiche che si confondono tra storia e leggenda: secondo alcuni infatti la città sarebbe stata fondata da Ulisse, che mentre stava tornando da Troia approdò proprio nella zona, per trovare rifugio da una tempesta.

Oggi Squillace è divisa in due zone principali, entrambe molto affascinanti: c’è la Squillace Medievale, nella parte superiore della città, che offre un centro storico molto suggestivo, con il Municipio, il Monastero delle Clarisse e la Chiesa di Santa Maria della Pietà tra gli edifici più belli da visitare.

Il Castello Normanno poi, posto nella parte più elevata della città, è il simbolo della città, e risale all’epoca bizantina.

Squillace Lido, o Marina, si sviluppa invece lungo il tratto costiero ed è una delle località balneari più belle della zona. Se volete godervi il mare, questa è la destinazione che fa per voi.

Se siete amanti del vino, la Calabria fa parte del territorio anticamente chiamato Enotria, “Terra del vino”, appunto. In particolare in provincia di Catanzaro si produce il Savuto, uno dei vini DOC della regione. Non dimenticate, inoltre, di dare un’occhiata alle ceramiche locali, che possono fregiarsi del marchio DOP.

 

Briatico

Briatico è una delle località più affascinanti della Costa degli Dei, visti gli splendidi panorami che è in grado di offrire. Si affaccia sul Golfo di S. Eufemia ed offre scogliere e spiagge molto suggestive praticamente a perdita d’occhio.

Anche Briatico ha una parte più antica, della quale oggi rimangono i resti del Castello Medievale, distrutto dal terremoto del 1783, e parte dell’antico centro abitato, all’epoca di grande rilevanza storico-culturale.

Sulla spiaggia infine, restano due delle cinque torri che facevano parte del sistema difensivo contro le invasioni turche: la Rocchetta, una torre di vedetta costruita dai greci e ricostruita dai romani, e Torre Sant’Irene.

Per chi fosse alla ricerca di tipicità enogastronomiche, a dispetto del nome la cipolla rossa di Tropea non viene coltivata nella stessa Tropea, ma nei territori limitrofi, tra cui proprio Briatico. Potreste approfittarne per portarvi a casa un souvenir… profumato.

Non distante da Briatico inoltre si trova la cittadina di Spilinga, famosa in tutto il mondo per la nduja, un tipico salume calabrese spalmabile e piccante dal sapore assolutamente particolare.

 

Tropea

Se soggiornate a Briatico, può valere sicuramente la pena spingersi fino a Tropea, distante poco più di una decina di chilometri, e visitare il Borgo dei Borghi 2021. Tropea ha infatti vinto il prestigioso premio assegnato dalla trasmissione Alle falde del Kilimangiaro, affermandosi dunque come una delle località più suggestive del Bel Paese.

Le sue origini, come per Squillace, si perdono tra storia e mito: secondo la tradizione infatti, fu addirittura Ercole a fondare la città, di ritorno dalle Colonne d’Ercole (l’attuale Gibilterra).

Particolarmente affascinanti sono i numerosi affacci sul mare, numerosi e caratteristici, che si possono trovare praticamente ovunque. Il simbolo della città è invece il Santuario di Santa Maria dell’Isola, chiesetta molto suggestiva costruita su un bellissimo isolotto, uno dei luoghi più visitati della Calabria, che offre una vista spettacolare sulle spiagge bianche e il mare di Tropea.

 

Nocera Terinese

Anche Nocera Terinese è una location perfetta dove ammirare suggestivi panorami di mare: dal paese infatti si può osservare il fiume Savuto che sfocia nel Mar Tirreno, mentre soprattutto al tramonto, è possibile godere della vista delle Isole Eolie e di Stromboli in particolare.

La città ha origini molto antiche, e sul territorio si trova il sito archeologico di Terina, risalente all’epoca della Magna Grecia.

Tra i maggiori punti di interesse del centro cittadino ci sono la Chiesa Matrice di San Giovanni Battista, nata come semplice cappella già nel 1300, e la Chiesa dell’Annunziata.