Green Pass: tutto quello che bisogna sapere

Green Pass: tutto quello che bisogna sapere

Dopo il difficile periodo che stiamo vivendo da un anno e mezzo a questa parte, sembra sia tornato il sereno su chi non vede l’ora di concedersi finalmente un viaggio e una vacanza rigenerante. Per poterlo fare però, rispettando le ultime normative che entreranno in vigore dal 6 Agosto, sarà necessario ottenere il cosiddetto Green Pass, che permette di spostarsi tra le diverse regioni italiane, a prescindere dall’eventuale colore, e in tutti i Paesi dell’Unione Europea.

In questo articolo cercheremo di fare chiarezza spiegando con semplicità di cosa si tratta, e come fare per ottenerlo, tenendo presente che le regole e le decisioni governative possono cambiare nel corso del tempo.

Prima di partire dunque consigliamo sempre di dare un’occhiata al sito Viaggiare Sicuri, o al sito governativo dedicato al Green Pass.

Che cos’è il Green Pass?

Il Green Pass è un certificato emesso dal Ministero della Salute, che contiene un codice QR per verificarne la validità. Per poterlo ottenere è necessario soddisfare uno di questi tre requisiti:

  • Aver ricevuto la prima dose di vaccino da almeno 15 giorni
  • Essere guariti dal Covid-19 da non più di sei mesi
  • Aver effettuato un tampone con esito negativo nelle ultime 48 ore

Quanto dura il Green Pass?

Per tutti coloro che hanno completato il ciclo vaccinale, la validità del Green Pass è di 9 mesi.
Per chi è guarito dalla malattia, la durata della certificazione è di 6 mesi.
Dura invece solo 48 ore per chi si è sottoposto a tampone, ricevendo esito negativo.

A cosa serve il Green Pass?

La certificazione verde Covid-19 attualmente è richiesta in Italia per partecipare alle feste per cerimonie civili e religiose, spostarsi dalle regioni classificate come rosse o arancioni e ad accedere in generale alle strutture che lo richiedono.

Dal 6 Agosto servirà per poter cenare al tavolo nei ristoranti al chiuso, assistere a spettacoli, eventi, competizioni sportive, musei, piscine, palestre, fiere, sagre, parchi di divertimento, sale da gioco, concorsi pubblici e quant’altro.

Per essere sempre aggiornati sulle strutture che richiedono il Green Pass per potervi accedere, vi consigliamo di consultare sempre il sito governativo dedicato.

Come si ottiene il Green Pass?

Il Green Pass viene emesso in maniera automatica dopo aver soddisfatto uno dei requisiti elencati sopra. Nel momento in cui sarà disponibile riceverete un messaggio o una mail con tutte le istruzioni per poterlo scaricare.

È anche possibile ottenere la certificazione in maniera autonoma, nei seguenti modi:

  • Sul sito governativo, accedendo tramite identità digitale (vi servirà quindi lo SPID o al Carta d’Identità Elettronica) o con la Tessera Sanitaria
  • Tramite l’app “Immuni” e “IO”, sempre seguendo le istruzioni a schermo

Scaricando il certificato è anche possibile stamparlo e piegarlo secondo le istruzioni per averlo sempre a portata di mano.

Se non vi trovate a vostro agio con gli strumenti elettronici, non vi preoccupate: è possibile ritirare il certificato, sia in formato cartaceo che digitale, recandovi dal vostro medico di base, pediatra o farmacista muniti di Tessera Sanitaria.

Con il Green Pass dunque potrete viaggiare in tranquillità e godervi finalmente la vacanza che sognavate da tempo, senza preoccupazioni.

Sono esenti dall'obbligo di certificazione i bambini di età inferiore a 12 anni.